Il Centro

Logo di csita in viola

Attivato il 1° gennaio 1995, il Centro Servizi Informatici e Telematici di Ateneo:

fornisce i servizi di tipo telematico e informatico definiti nella carta dei servizi, deliberata dagli organi centrali di governo dell’Ateneo, i quali includono:
la prestazione di servizi di livello infrastrutturale per le reti di fonia e dati, per i sistemi di elaborazione ed il software di base;
la fornitura e il supporto per il software applicativo, sia di tipo transazionale che orientato al lavoro collettivo e alla produttività personale;
il supporto alle decisioni strategiche del comparto didattico, della ricerca e gestionale;
l’organizzazione di corsi di addestramento degli utenti dell’Ateneo all’uso dei sistemi e delle reti, correlandosi per la programmazione alla struttura dell’Ateneo preposta all’attività di formazione;
promuove e realizza iniziative tecnologicamente avanzate nei settori di competenza, anche mediante contratti per la partecipazione a progetti nazionali e/o internazionali e convenzioni con enti pubblici e privati;
definisce, nell’ambito delle politiche generali di Ateneo, gli standard e le regole per garantire adeguati livelli di sicurezza e interoperabilità per tutte le unità di Ateneo.

Un po' di storia

La presenza nell'Ateneo genovese di una struttura finalizzata all'erogazione di servizi informatici risale ai primi mesi del 1960, anno in cui - sotto il controllo di un Consiglio Direttivo composto da docenti di diverse Facoltà - entra in funzione il "Centro di Calcolo Numerico". Nell'arco di sette lustri, l'avvicendamento dei mezzi e dell'ordinamento degli obiettivi di questa struttura rispecchia sia gli sviluppi tecnologici e metodologici dell'informatica, sia segue l'evoluzione organizzativa interna agli Atenei italiani.

Presso il Centro sono stati utilizzati calcolatori delle diverse generazioni: l'IBM 650 (a valvole), l'IBM 1620 (a transistor), il CII 10070 (corredato di unità a nastro e a disco magnetico e di un sistema operativo già orientato all'elaborazione remota ed all'elaborazione in tempo reale), il Burroughs 6810 (integrato nelle comunicazioni e dotato di data base proprietario), l'IBM 4381 e l'IBM 9121(corredati di data base relazionale e linguaggi di 4a generazione). Pur con mezzi dotati di potenzialità che al giorno d'oggi sono paragonabili a quelle di un semplice personal computer, il Centro di Calcolo nei primi 20 anni ha costituito il punto di riferimento delle esigenze di calcolo scientifico non solo delle strutture dell'Ateneo, ma dell'intera città ed a partire dagli inizi degli anni '70 ha fatto fronte anche alle esigenze di alcuni uffici amministrativi dell'Ateneo: tipicamente le Segreterie Studenti e la Ragioneria.

Successivamente il crescere di queste applicazioni, la disponibilità sul mercato di mezzi a costi contenuti e gli sviluppi tecnologici di cablaggi e dispositivi di comunicazione hanno suggerito all'Ateneo soluzioni organizzative in una linea di informatica distribuita (ma non dispersa) che prevede una pluralità di mezzi collegati in reti di livello locale (LAN), metropolitano (MAN), geografico (WAN).

Attivato il 1° Gennaio 1995, il Centro Servizi Informatici e Telematici di Ateneo è la prima struttura nata nello spirito del nuovo statuto dell'Università di Genova, che prevede la costituzione di strutture finalizzate alla erogazione di servizi ritenuti strategici dall'Ateneo e caratterizzate da peculiari connotazioni sotto il profilo organizzativo, gestionale e amministrativo-contabile.
È l'esplicito riconoscimento che informatica e telematica rappresentano un complesso di attività, tecnologie e servizi di vitale importanza per il corretto espletamento delle funzioni istituzionali (didattica e ricerca) e amministrativo-gestionali del nostro Ateneo.

In particolare CSITA si è occupato, fin dalla sua costituzione, di garantire l'erogazione per tutto l'Ateneo dei seguenti servizi:

telefonico locale esteso a tutte le sedi urbane dell'Ateneo mediante una rete proprietaria di fibre ottiche (25 Km di fibre ottiche nell'area cittadina) e di centrali telefoniche (31 dislocate nei principali comprensori); questo permette lo smistamento come traffico interno di tutte le chiamate fra le sedi universitarie;
telefonico esterno (chiamate urbane, nazionali, internazionali e ai cellulari) offerto a condizioni particolarmente vantaggiose ed estendibili (in particolare per la telefonia mobile) a tutte le strutture universitarie;
connessioni alla rete GENUANet e GARR e INTERNET per tutto l'Ateneo con prestazioni all'avanguardia;
servizi di posta elettronica e WEB per tutto il personale e tutti gli studenti;
servizi informatici centralizzati in grado di garantire sicurezza dei dati e continuità del servizio a tutte le strutture didattiche, di ricerca e amministrative; tutti gli archivi strategici per l'Ateneo (amministrazione, personale, studenti, carriere studenti e personale, ecc.) sono custoditi e gestiti centralmente da CSITA;
servizi biblioteconomici per ricercatori e studenti non solo per conto dell'Ateneo, ma anche per conto di altre realtà cittadine (Biblioteca Berio, Ordine degli Avvocati, Accademia Ligustica);
datawarehouse per la raccolta organica ed il rilascio ufficiale di tutte le informazioni strategiche dell'Ateneo;
consulenza e direzione lavori per la realizzazione di nuove reti locali o aggiornamento di reti obsolete;
acquisizione e manutenzione di tutti gli apparati informatici e telematici, centrali e periferici, di interesse generale per l'Ateneo;
aggiornamento professionale del personale tecnico-amministrativo.